GALLERIA   FILOSOFIA   PIETRE   FAQ   CONTATTI

Acquamarina
L'Acquamarina è una delle pietre più importanti in campo gemmologico, appartiene alla famiglia dei Berilli ed ha una durezza pari a 7.5/8 (scala Mohs). Le nostre Acquamarine provengono prevalentemente dall'India dove viene scelto il materiale grezzo prima di essere tagliato. La scelta riguarda varie tonalità di colore, dal verde al giallo (Eliodoro) fino al più classico azzurro (dal Brasile). In Atelier è forse la pietra proposta in maniera più varia, dal semi-grezzo al cabochon e, piu di rado, il classico faccettato.

Ametista
La varietà di quarzo più conosciuta è probabilmente l'Ametista; di colorazione viola tenue o intenso è da sempre molto apprezzata come pietra ornamentale. Ha durezza 7 su scala Mohs. Essendo una delle prime gemme usate in gioielleria e avendo una storia popolare abbastanza ricca, all'Ametista sono attribuite fin dall'antichità diverse proprietà metafisiche. In Atelier le gemme di Ametista disponibili hanno soprattutto la caratteristica intensità viola scuro, provengono dall'India e sono tagliate prevalentemente in cabochon tondi ed ovali.

Black Star
Il Diopside Stellato, conosciuto anche come Black Star, proviene prevalentemente dal Rajasthan, India. Durezza 5.5/6.5 è una gemma semi preziosa che deve la sua fama al gioco di luce che crea nei tagli cabochon, un effetto ottico a stella. Essendo proprio una pietra "Rajasthana" in Atelier ho la fortuna di avere anche dei tagli rotondi a cabochon particolarmente grandi (circa 2cm diametro) non facili da reperire. La tonalità di colore varia dal verde scuro al nero (in prevalenza).

Labradorite
Una delle semi preziose più attraenti, durezza 6/6.5 semi-opaca. Alcune gemme mostrano un particolare riflesso iridescente (labradorescenza) dovuto al rimbalzo della luce tra i vari strati della struttura della gemma. Questo carattere la rende sempre diversa e interessante, prestandosi molto alle lavorazioni semi-grezze svolte in Atelier. La maggior parte delle gemme utilizzate proviene dall'India e dal Canada. Disponibili anche alcuni pezzi di Spettrolite, una varietà di Labradorite proveniente dalla Finlandia con riflessi molto appariscenti, quasi elettrici, in alcuni pezzi traslucidi la labradorescenza risulta veramente accesa.

Lapislazzuli
Il Lapislazzuli è una roccia blu/azzurra composta da diversi minerali (Lazurite, Calcite e Pirite), ha durezza Mohs 5,5. Accompagna le civiltà fin dal tempo degli Egizi, usato per la creazione di oggetti e lavori intarsiati. Estratto storicamente nelle miniere in Afghanisthan, più recentemente ottime qualità provengono dal Cile. Le gemme di lapislazzuli sono rese uniche dalle presenza di tracce di colore dorato dovute alla presenza di Pirite. I nostri lapislazzuli provengono dalla rotta commerciale Afghanisthan-Pakistan-India. La valutazione di questa pietra è da sempre oscillante, a volte paragonabile a minerali più nobili e, pur essendo una roccia abbastanza comune in alcune zone della Terra, alcuni pezzi sono molto apprezzati.

Opale
L'Opale è una delle prime gemme riconosciute nella storia come "Pietra Preziosa" e da sempre il suo carattere misterioso la colloca tra le pietre più importanti e meglio stimate. Durezza 5.5/6.5, sensibile all'acqua, è di sistema cristallino amorfo, si forma sviluppandosi in venature all'interno della roccia. I nostri Opali sono stati selezionati sulla rotta commerciale Australia-India dove il materiale grezzo viene lavorato. La gemma ricavata è soprattutto composta da opali bianchi (Opale Nobile Australiano) ma la parte forse più interessante in Atelier riguarda le Matrici, i numerosi frammenti di roccia con venatura opalescente (Boulder Opal). Ultimamente (dal 2008) si estrae una qualità di Opale particolarmente attraente in Etiopia (Welo Opals), in Atelier sono visibili una decina di questi fantastici pezzi.

Perla / Madreperla
Considerata gemma organica, nasce da molluschi di acqua dolce o salata. La struttura si forma dalla cristallizzazione di carbonato di calcio concentricamente all'interno dell'ostrica. La bellezza di questa gemma calcarea è riconosciuta dall'antichità e la perla come ornamento è sempre stata sinonimo di eleganza piuttosto classica. Da quando vengono usate in gioielleria e accettate all'occhio anche perle irregolari come perle barocche, a cipolla, a bottone, a pallottola, rosa, grigie e qualsivoglia ma non solo perfettamente rotonde ci si può divertire anche togliendole dalla loro connotazione classica ma senza perdere la caratteristica principale della perla, l'eleganza. Le perle usate in Atelier sono perlopiù di acqua dolce, provenienti dalle coltivazioni di Thailandia ed Honk Hong. Durezza 2.5 /3.5

Pietraluna
Pietraluna è il nome con il quale conosciamo in realtà l'Adularia. L'Adularia fa parte del gruppo dei feldspati e la sua durezza su scala Mohs è 6. Nonostante sia una pietra abbastanza comune alcuni pezzi risultano molto attraenti grazie all'adularescenza: riflesso cangiante azzurro/arancio dovuto dal rimbalzo della luce attraverso la gemma. Questo effetto ottico nelle nostre "pietrelune" si rivela sia in pietre trasparenti che in cabochon all'apparenza opachi rendendo qualsiasi pezzo interessante allo sguardo. Le gemme utilizzate in Atelier sono state selezionate da cristalli già tagliati in India, dove si trovano le principali miniere di Adularia.

Rubino
Il Rubino, uno dei minerali in assoluto più apprezzati per via della sua colorazione e della sua durezza, oltre che rarità. Da sempre considerata una pietra di forza e di grande carisma. È un Corindone, di durezza 9 su scala Mohs. I Rubini utilizzati nelle nostre lavorazioni in sono perlopiù ti tipo grezzo o semi-lavorato, selezionati sulla rotta commerciale India/Birmania-India fino alle taglierie del Rajasthan. Tra i Rubini piu attraenti vi sono sicuramente i Rubini Stellati. La leggera trasparenza di questi pezzi fa si che, illuminati da un'unica fonte di luce, restituiscano un asterismo, effetto ottico a stella a 6 punte. L'asterismo particolarmente acceso di queste gemme ne fanno una delle collezioni più importanti tra quelle disponibili in Atelier.

Turchese
Una delle gemme più antiche, la Turchese (si, è femminile) la usavano già gli Egizi, molto presente nelle culture cantroamericane. Nominata Turchese generalizzando la provenienza medio orientale oppure Turchina, da qui il colore. È una pietra porosa, assorbe gli agenti atmosferici molto velocemente tendendo a diventare verde, oppure opaca. Le qualità più celesti, tradizionalmente più classiche e gemmologicamente più pregiate provengono dall'Arizona o dall'Iran mentre le pietre più verdognole con tonalità fino al nero sono perlopiù appartenenti alla regione Himalayana (Cina, India, Tibet). Proprio queste ultime Himalayane dalle tonalità azzurro-verdi con inclusioni dendritice o di roccia nera o marrone che si tratta in Atelier. Durezza 5/6. Opaca. Diffidare dalle imitazioni, ad oggi la Turchese è una delle pietre maggiormente riprodotte.